CRITICS

Salvo Nugnes, art curator:

"I lavori di Aleksandra de Pan scaturiscono direttamente dall'animo dell'artista e si compongono in un divenire di pennellate istintive. Ne derivano opere uniche, eredi della tradizione novecentesca della pittura concettuale, un'arte densa di significati nascosti, che sfida l'osservatore ad indagare l'ignoto.”

The works of Aleksandra de Pan spring directly from the soul of the artist and are composed in a becoming of instinctive brushstrokes.  The result is unique works, heirs of the twentieth-century tradition of conceptual painting, an art full of hidden meanings, which challenges the observer to investigate the unknown.

Principe Alfio Borghese, art critic about opera "Out of ordinary towards freedom":

"Un quadro rovesciato: una donna rovesciata, e una che precipita da una gabbia dove rimane immobile un piccolo uccellino nero. Significati e significanti. Il messaggio è forte, per certi aspetti violento, sicuramente fa riflettere. Padrona della tecnica, la de Pan va oltre la mera raffigurazione per inoltrarsi in spazi ambigui e pericolosi. Tormentati.”

An overturned picture: an upside-down woman, and one who falls from a cage where a small black bird remains immobile. Meanings and signifiers. The message is strong, in some ways violent, certainly makes us reflect. Master of the technique, de Pan goes beyond the mere representation to enter ambiguous and dangerous spaces. Tormented.

Plinio Perilli, art critic:

"Aleksandra de Pan è un’artista giovane che è comunque riuscita già a trovare la cosa più importante, una sua cifra: il suo stile, una sua maniera, una sua cifra di riconoscimento, con elementi amati, un po’ inseguiti che si rincorrono, quali surrealismo, futurismo ed espressionismo - un bisogno profondo di interagire anche tra le grandi avanguardie storiche, con anche un istinto profondo, quasi rinascimentale, che insieme è emozioni ed organizzazione di queste emozioni, una grande eleganza, che si evince e ricava facilmente dai suoi quadri.”

Aleksandra de Pan is a young artist who has already found the most important thing, her stylistic language: her style, her own way of painting, her recognizable dimension, with beloved elements, that chase each other, such as surrealism, futurism and expressionism - as well as a strong feeling to interact among the great historical avant-gardes, with also a deep instinct, quasi renaissance note, which together is emotions and organization of these emotions, a great elegance, which is easily deduced and obtained from her paintings.